NEWS

Il riconoscimento a Renata Segre Preludio al Ghetto, il vuoto colmato

Una storia documentata della presenza ebraica a Venezia e nella…

Buddisti e cristiani: testimonianze di amicizia e dialogo all’Urbaniana

In un convegno promosso dal Pontificio Consiglio per il Dialogo…

IL CONCORSO DELL’ISLAM D’EUROPA ALLA PENTECOSTE CRISTIANA ORTODOSSA

Dopo Kiev, missione di sensibilizzazione escatologica a Gerusalemme…

Inaugurata la nuova Moschea di Venezia e Provincia.

Inaugurata, venerdì 10 giugno, dal presidente dell’UCOII Yassine Lafram, la nuova…

Dialogo tra chiesa cattolica e Comunione di chiese protestanti in Europa

Roma (NEV), 10 maggio 2022 – La prima sessione di…

Messaggio per la festa di Vesak: buddisti e cristiani insieme resilienti

Amedeo Lomonaco – Città del Vaticano Il messaggio del Pontificio…

L'Osservatorio è un organismo di studio del variegato mondo delle religioni nella società contemporanea, nato a inizio 2015 a Bologna, per iniziativa di Giuseppe Ferrari e Pino Lucà Trombetta. Attraverso accordi di partenariato con università e centri di ricerca, che si uniscono al progetto, esso intende fornire una mappa aggiornata, relativamente ad alcune aree del territorio italiano, verificando e approfondendo periodicamente i dati e mettendo in luce i cambiamenti del panorama religioso.

Obiettivo dell'Osservatorio è quello di fornire, attraverso la mappatura e lo studio delle singole realtà, la base per un dialogo interreligioso e interculturale che consenta di vivere la diversità come arricchimento reciproco. L’Osservatorio servirà anche a scambiare informazioni, contatti e a promuovere iniziative comuni.
Le schede delle diverse aggregazioni sono divise per regione e strutturate in sei categorie. Cliccando sui link, nel menù laterale, comparirà l’elenco delle sotto-categorie e, da qui, delle singole aggregazioni. Ad ognuna è dedicata una scheda indicante le principali caratteristiche (luogo, orientamento religioso, partecipazione, leadership, ecc.) e i contatti cui potersi rivolgere.
È anche possibile visualizzare l’intero schema della classificazione, sia in maniera descrittiva che grafica.
A questo si aggiunge un database di tesi di laurea e dottorato, sui temi dell'Osservatorio, contenente gli abstract e i contatti degli autori.