Archivi della categoria: Articoli e comunicati

Da https://www.pewforum.org/

About Three-in-Ten U.S. Adults Are Now Religiously Unaffiliated

Self-identified Christians make up 63% of U.S. population in 2021, down from 75% a decade ago

“The secularizing shifts evident in American society so far in the 21st century show no signs of slowing. The latest Pew Research Center survey of the religious composition of the United States finds the religiously unaffiliated share of the public is 6 percentage points higher than it was five years ago and 10 points higher than a decade ago…” PEW RESEARCH CENTER

https://www.vaticannews.va/

Raphael Bedros XXI apre la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani a Beirut

In Oriente abbiamo visto apparire la sua stella e siamo venuti qui per onorarlo(Matteo 2,2)

Nella cattedrale armeno-cattolica di Sant’Elia e San Gregorio Illuminatore della capitale libanese, il patriarca di Cilicia dei cattolici armeni invita a superare le divergenze guardando a Cristo Redentore e al mistero dell’Eucaristia “che è lo stesso in tutti i riti e in tutte le Chiese” XXI GIORNATA DI PREGHIERA PER L’UNITÀ DEI CRISTIANI Testi per LA SETTIMANA DI PREGHIERA PER L’UNITÀ DEI CRISTIANI e per … Continua a leggere Raphael Bedros XXI apre la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani a Beirut »

Da https://ecumenismo.chiesacattolica.it/

17 gennaio 2022 – XXXIII Giornata per l’approfondimento e lo sviluppo del dialogo tra cattolici ed ebrei

“Realizzerò la mia buona promessa” (Ger 29, 10)

La Giornata del 17 gennaio per i cristiani è un’importante occasione per curare il rispetto, il dialogo e la conoscenza della tradizione ebraica. Purtroppo in questo tempo assistiamo a deprecabili manifestazioni di cancellazione della memoria e di odio contro gli ebrei. La Giornata è una significativa opportunità per sottolineare il vincolo particolare che lega Chiesa e Israele (NA 4) e per guardare alle comunità ebraiche … Continua a leggere 17 gennaio 2022 – XXXIII Giornata per l’approfondimento e lo sviluppo del dialogo tra cattolici ed ebrei »

Maria e Gesù, pace su di loro, nel sublime corano

Said Ait El Jide (imam e guida religiosa) In questi giorni di dicembre, come ogni anno, le nostre città sono addobbate per le festività natalizie, ogni cosa attorno a noi ci parla e ci ricorda la celebrazione del Natale del signore Gesù, pace su di lui, per strada, al lavoro, a scuola, in ogni angolo delle nostre città. Noi musulmani abbiamo una nostra maniera per celebrare … Continua a leggere Maria e Gesù, pace su di loro, nel sublime corano »

L’irreligione araba

Secondo un sondaggio condotto dall’Arab Barometer, in alcuni Paesi arabi è in crescita il numero delle persone che abbandonano l’Islam. Nel frattempo, anche la fiducia nei partiti islamisti è calata significativamente. Ma che cosa significa essere ateo nel mondo islamico? Da www.oasiscenter.eu del 17/12/2020 IRRELIGIONE

Le Feste ebraiche

Rosh Hashaná, Yom Kippur e Sukkot: ricca di storie, la Terra Santa è segnata da avvenimenti biblici che gli ebrei celebrano ancora oggi. Alcune delle festività presentano riti propri di questo popolo, hanno un significato particolare e peculiarità perfino nelle date. Mentre il calendario gregoriano segna la fine del 2020, per l’ebraismo è già l’anno nuovo. Da https://www.cmc-terrasanta.com/ FESTE EBRAICHE

La difficile strada dell’equilibrio tra gli opposti

Sin da piccola ha dovuto mediare tra contesti culturali, linguistici e religiosi diversi. Nel corso degli anni, Marwa Mahmoud ha fatto di questa risorsa la ragione del suo impegno politico. Da www.oasiscenter.eu del 28 febbraio 2020  

SUHBA, DHIKR, SIDQ.. LE BASI DELLA SPIRITUALITÀ MUSULMANA

Hatim I. Belfkih Il Messaggero di Dio, pace su di lui, disse: “In verità, la fede si usura nel cuore come si usura il tessuto. Chiedete a Dio di ravvivare la fede nei vostri cuori.” La fede, l’iman, secondo questo hadith è versatile, instabile, volubile e variabile. Ci vuole uno sforzo sostenuto, costante e perpetuo per riuscire ad ancorarla alla banchina del suo porto: il … Continua a leggere SUHBA, DHIKR, SIDQ.. LE BASI DELLA SPIRITUALITÀ MUSULMANA »

How Does a Buddhist Monk Face Death?

This month’s conversation is with Geshe Dadul Namgyal, a Tibetan Buddhist monk who began his Buddhist studies in 1977 at the Institute of Buddhist Dialectics in Dharamsala, India, and went on to earn the prestigious Geshe Lharampa degree in 1992 at Drepung Loseling Monastic University, South India.  Da The New York Times del 26 febbraio 2020 DEATH

Le correnti salafite in Gran Bretagna

Dagli anni ’60 a oggi il Regno Unito ha conosciuto diverse varianti di salafismo, da quella sud-asiatica a quella saudita. Le origini, l’evoluzione e gli effetti di un fenomeno che continua a esercitare un forte fascino. Da Oasiscenter.eu del 14/02/2020 SALAFISMO