OSSERVATORIO SUL

PLURALISMO RELIGIOSO

NEWS
06/06/2019
"Il più grande Iftar d'Italia con almeno seimila partecipanti. Grazie a tutti coloro che lo hanno...
03/06/2019
L’islam celebra la fine del Ramadan, il mese sacro di digiuno e preghiera. I fedeli potranno consumare...
23/05/2019
Abstract :  This paper explores the relationship between human rights and social analysis within...
Basilea 1989, una testimonianza
16/05/2019
Roma (NEV), 15 maggio 2019 – A Basilea, io c’ero. Lo dico con orgoglio perché...
Ecumenismo senza frontiere
13/05/2019
Da L'Osservatore Romano del 10 Maggio 2019.
Master in Pluralismo religioso e Sapere storico (PluReS) - Fscire
10/05/2019
Pubblichiamo il programma del master in Pluralismo religioso e Sapere storico (PluReS) organizzato...
A Roma l’incontro dei Consigli nazionali di chiese europei
08/05/2019
Si svolgerà a Roma dal 6 al 9 maggio la riunione annuale dei Consigli nazionali di chiese europei,...
Lahore, i giovani discutono di conflitti tra le tradizioni religiose
08/05/2019
La Youth Development Foundation organizza “campi per la pace” rivolti ai giovani di diverse...
Inizio del Ramadan. Mons. Spreafico (Cei): “La preghiera possa liberare energie di amore e di pace nel mondo”
07/05/2019
Domenica 5 maggio inizia per oltre 2 milioni e mezzo di musulmani presenti nel nostro Paese il mese sacro...
07/05/2019
Una giornata molto intensa la prima del viaggio del Santo Padre in Bulgaria, ieri domenica 5 maggio....

"

L'Osservatorio è un organismo di studio del variegato mondo delle religioni nella società contemporanea, nato a inizio 2015 a Bologna, per iniziativa di Giuseppe Ferrari e Pino Lucà Trombetta. Attraverso accordi di partenariato con università e centri di ricerca, che si uniscono al progetto, esso intende fornire una mappa aggiornata, relativamente ad alcune aree del territorio italiano, verificando e approfondendo periodicamente i dati e mettendo in luce i cambiamenti del panorama religioso.
Obiettivo dell'Osservatorio è quello di fornire, attraverso la mappatura e lo studio delle singole realtà, la base per un dialogo interreligioso e interculturale che consenta di vivere la diversità come arricchimento reciproco. L’Osservatorio servirà anche a scambiare informazioni, contatti e a promuovere iniziative comuni.
Le schede delle diverse aggregazioni sono divise per regione e strutturate in sei categorie. Cliccando sui link, nel menù laterale, comparirà l’elenco delle sotto-categorie e, da qui, delle singole aggregazioni. Ad ognuna è dedicata una scheda indicante le principali caratteristiche (luogo, orientamento religioso, partecipazione, leadership, ecc.) e i contatti cui potersi rivolgere.
È anche possibile visualizzare l’intero schema della classificazione, sia in maniera descrittiva che grafica.
A questo si aggiunge un database di tesi di laurea e dottorato, sui temi dell'Osservatorio, contenente gli abstract e i contatti degli autori. 

"

Emilia-Romagna
02/12/2015
02/12/2015
02/12/2015
02/12/2015
Lazio
Lombardia
Piemonte
Le schede sono visionabili collegandosi al sito Osservatorio pluralismo religioso con sede a Torino, al seguente link: www.pluralismoreligioso.it
Sicilia
Toscana
16/08/2017
16/08/2017
16/08/2017
16/08/2017
SCHEMA CLASSIFICAZIONE
AREA RISERVATA AI RICERCATORI
In questo spazio si trovano i dati inseriti dai ricercatori dei diversi enti partecipanti al progetto, tratti sia dal monitoraggio effettuato sia dai questionari somministrati ai rappresentanti delle diverse aggregazioni religiose.
ACCEDI ALL'AREA